Discoteca anni 90

Parecchi restavano fermi, non so a sperare in cosa; forse attendevano che una bella ragazza si avvicinasse loro e li invitasse a bere qualcosa? Ma quando mai? Non frequentavamo i night club!

Pur sapendo bene che restandotene fermo ad aspettare ci sono ottime probabilità che non ti accada mai nulla, in tanti passavano la serata avvolti in questa fottuta paura del rifiuto.

Comunque finisse la serata mi ripetevo sempre: “Almeno io a far succedere qualcosa ci ho provato!”

Con il passare del tempo e con il lavoro da venditore avevo sviluppato la capacità di individuare alcune“tipologie” di situazione e di adottare quindi un approccio diverso in funzione della preda.

Un classico caso, ad esempio, era rappresentato dalla supergnocca in giro sempre a manina con l’amica cesso. Vi siete mai chiesti come mai questa accoppiata fosse così frequente? Facilissimo: magari non erano particolarmente amiche, si usavano a vicenda e con rispetto.

La bella, nel girare di fianco alla racchia, godeva nel risaltare ancora di più nel suo splendore ed aveva la certezza di un assoluto diritto alla prima scelta; il cesso invece, che nessuno al mondo avrebbe avvicinato, raccattava gli scarti e gli amici un po’sfigati di quelli che ci provavano con l’ amica, per cui alla fine…qualcosa toccava anche a lei.

Ancora mi meravigliano i perfetti meccanismi sociali nascosti nella natura umana.

(Spuriavida AssaggixVersi)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.