L’ Antimimosa

Se fossi donna la festa dell’ 8 marzo mi infastidirebbe.
Tutti sappiamo che non esiste la superiorità di un sesso sull’altro.
Uomini e donne sono semplicemente espressioni diverse della natura, paritetiche e complementari, nessuno di noi sarebbe mai esistito senza entrambi, così come non esisterebbe il protone senza l’elettrone. Il Dio/natura ha previsto caratteristiche diverse e polarità opposte allo scopo di attrarre reciprocamente gli uni verso le altre. Certo le donne hanno il dono supremo del far crescere una vita dentro di sè e darla alla luce , per quanto senza il nostro seme nulla accadrebbe. Le donne mi appaiono più simili a Dio, più in sintonia con la vera essenza delle cose, più buone, più belle… Ma credo di sbagliarmi.
Gli uomini altresì mi sembrano più forti, più determinati nel perseguire il loro destino, con idee più rivoluzionarie ed innovative per il proseguo della vita… m
Ma anche in questo caso credo di sbagliarmi.
È un tuttuno. È un equilibrio come quello di un campo magnetico o di un segnale elettrico, non esiste il + se non c’è il -, non serve a nulla la penna se non c’è l’inchiostro, nemmeno il motore senza la benzina.
Questa festicciola con le mimose mi sembra una roba vecchia e ridicola, il messaggio che traduco è:”noi uomini (che comandiamo perchè siamo superiori) vi concediamo il contentino”.
Con un fiorellino marcio comprato al semaforo ci vogliamo far perdonare il fatto di avervi trattato per millenni come esseri inferiori. Le nostre nonne spesso erano schiave; non votavano, non potevano parlare senza essere interrogate. Si dovevano tenere a vita uno stronzo violento che erano state magari obbligate a sposare. Praticamente quello che in tanti altri posti accade ancora adesso, per non parlare del burka e della infibulazione.
Non parliamo della cagata della storia della fabbrica di camicie che è bruciata a New york nel 1911 dove morirono 146 donne. Che cacchio c’entra? Sono morti anche migliaia di maschietti nelle fabbriche, nelle miniere, nelle guerre.
Fidatevi ragazze, questa patetica festicciola mi ricorda tanto il padrone che dà il biscottino al cane. Voi non ne avete più bisogno. Non vi servono ste cagate. Siamo uguali.
Se fossi donna e oggi uno…magari uno con cui ho rapporti superficiali, uno di quelli che non ha mai avuto sincero interesse nel capire chi sono o come sto veramente, oppure quello che magari di solito non mi caga, quello che mi vuole solo trombare e su inventa la cazzata dell’aperitivo, ripeto se uno di questi mi venisse a porgere la mimosa dicendo tutto sorridente:”auguri” (pensando così di far la parte di quello che ama e rispetta le donne), lo guarderei negli occhi sorridendo gli risponderei:
“tesoro,ma va in culo, te e la mimosa “.
Acquista il iibro su IBS

2 pensieri riguardo “L’ Antimimosa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.